Paysages2017-08-23T14:17:34+00:00

Paysages

La mia nascita come fotografo è avvenuta guardando il mondo fuori, quello che mi circonda, le città, le persone, i luoghi…gli scorci bellissimi che osservavo silenziosamente da quando ero ancora inconsapevole che la fotografia diventasse la mia vita, il mio lavoro.

Adoro fotografare le persone, le loro emozioni, i loro sentimenti, amo moltissimo girare le città e fotografare la routine dei suoi abitanti, le geometrie, gli edifici e le architetture. Quando ho bisogno di staccare dal caos, dalla velocità frenetica della metropoli mi rifugio nel silenzio della fotografia di paesaggio.

Un genere molto diverso quello della fotografia di paesaggio, fatta di silenzio, attese, albe, tramonti, viaggiare silenziosi in auto o a piedi cercando uno scorcio da immortalare, la tua fotocamera in mano e una sigaretta nell’altra a farti compagnia… ma soprattutto la meditazione nel luogo che sarai pronto a fotografare, aspettando quella luce, luce che sai ti donerà delle sfumature e che l’attesa sarà ripagata con la tua fotografia.

La mia visione di paesaggio è diversa dalle solite immagini che siamo abituati a vedere, belle da usare come sfondi del pc, nitide che bucano lo schermo, io vivo questa fotografia come fosse una persona da descrivere, un ritratto, fermare la bellezza di un luogo togliendogli il colore, io vedo il paesaggio direttamente in bianco e nero, rimane così la visione del soggetto nella sua semplicità e della sua struggente bellezza, senza distrazioni.

Fortunatamente fino ad ora ho potuto ammirare diversi posti, dalle meravigliose colline Toscane ai campi aridi dell’Abruzzo di Campo Imperatore, le colline di Castelluccio di Norcia, le incredibili spiagge delle Isole Lofoten dove ho potuto ammirare la bellezza dell’Aurora Boreale e la potenza dell’oceano che bagna le coste di Fuerteventura.

Viaggi, scoprire il mondo… l’importante è avere rispetto per il paesaggio stesso.